La mortificazione della donna

Usare la donna come immagine da svendere non è un’idea nuova ,ma sembra rimanga l’unico idolacro  della vendita .Ora nella societa’  della massificazione ancor piu’ si tende a relegare la donna a feticcio per la vendita .Ovviamente tutto viene esportato per immagini,quindi piu’ trasgressive e spinte sono piu’ si presume siano ricordate,legate al brand che pubblicizza.E noi? Noi non siamo niente ,solo un paio di tette e un culo ,sempre che si abbiano le misure giuste .

Vorrei ricordare che l’ultima foto è stata fatta a Padova durante un sit in di protesta davanti al negozio Sisley.Alle commesse è stato consegnato un cesto di cetrioli,in segno di solidarieta’.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Donne. Contrassegna il permalink.

2 risposte a La mortificazione della donna

  1. Enricostrat ha detto:

    Io quando ho visto per la prima volta quella pubblicità in seconda di copertina di una rivista sono rimasto allibito !
    Non è solo volgare è offensiva. E se avessi saputo che a Padova c’era un sit in ci sarei andato. Brave Brave Brave alle ragazze che l’hanno organizzato !

  2. irisilvi ha detto:

    Io vorrei guardare in faccia il pubblicitario ed il fotografo ,uno sfigato. Oliviero Toscani mai avrebbe fatto una foto del genere per Benetton!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...