Una faccia una razza

MILANO – Dentro il Parlamento di Atene si discutono le misure di austerità per salvare la Grecia dalla bancarotta, fuori la piazza s’infiamma. In almeno 80 mila sono accorsi a piazza Syntagma, determinati a contestare un eventuale voto favorevole al piano della troika, che ha condizionato il finanziamento di 130 miliardi di euro e il salvataggi dalla bancarotta entro il 20 marzo al rispetto di nuove e più dure misure di austerità.

LA GUERRIGLIA – Nella seconda metà del pomeriggio hanno fatto la loro apparizione i duri del movimento, e la manifestazione, da pacifica che era, si è trasformata in una guerriglia. Organizzati militarmente, passamontagna nero e bombe incendiarie, i black-bloc hanno lanciato bottiglie incendiare e pietre e ingaggiato scontri con la polizia, quest’ultima in assetto antisommossa, che ha sparato gas lacrimogeni. Non è chiaro chi delle due parti abbia dato l’avvio agli scontri. «I gas lacrimogeni hanno raggiunto l’aula del Parlamento», ha detto il parlamentare Panagiotis Lafazanis. Un’ambulanza è stata vista arrivare in piazza, dove vi sarebbero almeno sei feriti.

IL DETONATORE-TWITTER – Il passaparola dei manifestanti viaggia soprattutto su Twitter, dove sono state postate diverse foto delle strade adiacenti la piazza. Sabato sera il premier Papademos aveva inviato un messaggio televisivo in cui ha avvertito che l’unica alternativa alla firma dell’accordo è la «bancarotta» e il «caos sociale». Allo stesso tempo, le misure di austerità stanno provocando una fortissima tensione sociale: martedì, venerdì e sabato c’è stato lo sciopero generale con un’altissima adesione.

IL DIBATTITO – Intanto i principali sindacati ellenici, Gsee e Adedy, hanno lanciato un appello a manifestare contro le politiche del governo. Mentre è iniziato il dibattito al parlamento greco sulle nuove misure di austerità derivanti dall’accordo tra il governo e la Troika Ue-Bce-Fmi. Il voto è atteso attorno alla mezzanotte. Il primo ministro Lucas Papademos prenderà la parola per primo, invitando i deputati a votare a favore delle misure, pena la catastrofe economica e sociale del paese. Anche i leader dei maggiori partiti che lo sostengono chiederanno ai propri esponenti di approvare il pacchetto.

IL PIANO DI RIENTRO – Una radicale riforma del mercato del lavoro, con una profonda deregulation e una diminuzione di oltre il 20% del salario minimo garantito e un taglio nelle pensioni. Drastica economia di spesa in settori come la difesa, gli ospedali e le autonomie locali. Vendita dei gioielli di famiglia, come le quote pubbliche in petrolio, gas, acqua e lotteria. In cambio, il progetto di accordo tra la Grecia e i suoi creditori internazionali prevede il via libera al nuovo piano di salvataggio da 130 miliardi di euro, con la possibilità di usufruire di 35 miliardi di prestiti dal fondo temporaneo salva-Stati Efsf, che andranno ad aggiungersi ai 4,5 miliardi dei ricavi dalle privatizzazioni e ai risparmi.

LA TESI DI SCHAEUBLE – «La Grecia verrà salvata in un modo o nell’altro». «Ma deve fare i propri compiti per diventare competitiva» o all’interno del quadro di un nuovo programma di aiuti «o in un’altro modo che attualmente non vogliamo». Lo ha detto il ministro delle finanze tedesco Wofgang Schaeuble in un’intervista alla Welt am Sonntag, indicando che spetta ai greci decidere se vogliono restare nell’area Euro.  La Grecia «rimarrebbe in Europa» anche se lasciasse l’euro, ha detto Schaeuble. Mentre i governi dell’Eurozona vogliono evitare l’uscita della Grecia e sono pronti ad aiutarla, «altri non dovrebbero dare l’idea che non vogliono fare alcuno sforzo», ha aggiunto.Corriere.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Futuro, Grecia, I dolori del giovane Werther, Mondo, Ricordi, Senza categoria, Uomini. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Una faccia una razza

  1. Walter ha detto:

    Come non è chiaro chi abbia dato inizio agli scontri? Chi va a manifestare, anche duramente e in modo determinato, non si organizza militarmente, con passamontagna nero e bombe incendiarie. Bombe incendiarie che non si vendono al supermercato, ma si fabbricano e si portano apposta. Solidarietà a tutti quei poveracci che subiranno la legnata del Governo Greco, ma per colpa dell’ Europa Unita(?).

  2. irisilvi ha detto:

    😦 Per me è un dolore ti assicuro vedere quella piazza ,quelle persone ,che per molto tempo sono state a me vicine, disperate.Poi per quanto riguarda quei fantocci con il passamontagna prima o poi si sapra’ da chi sono finanziati…..o forse non si sapra’ mai.Meglio lasciare la romantica idea rivoluzionaria che qualcuno gia’ intravede e spera pure per noi.A me ricorda molto la primavera araba…

  3. fausta68 ha detto:

    Se l’aiuto dell’Europa fosse arrivato anni fa, all’inizio della crisi, la Grecia non sarebbe arrivata a questi punti….

  4. irisilvi ha detto:

    Mah Fausta non so…hanno una classe politica corrotta e litigiosa simile alla nostra, con un apparato statale mostruoso,che avrebbe fagocitato tutti i prestiti .Sai, fare del dietrismo viene facile ,pensare che dietro ci sia una congiura internazionale ancor piu’ ma io credo molto nella responsabilita’ individuali: un paese viene attaccato da certi poteri forti se ne ha le caratteristiche dal punto di vista sociale,politico ed economico.

    • fausta68 ha detto:

      Non faccio del dietrismo, era una considerazione su quanto un intervento dato al momento giusto possa forse cambiare la direzione delle cose….. anche da persona a persona…..

  5. irisilvi ha detto:

    Si,sono d’accordo ,alcune scelte possono cambiare la direzione,modificare la rotta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...