Sabato

Giornata strana questa. Il sabato in genere è blindato per me. Si lavora e stop, nessun tempo per pensare e bighellonare come sto facendo oggi. Rilassata me ne sto a guardar fuori, ad aspettare la pioggia con un cd di Fossati. Penso al paradiso dal quale provengo: pochi giorni di assoluta meraviglia. Ormai ho deciso, dichiaro la maremma mio luogo ideale prima di andarmene tra i crucchi in Alto adige. Ma lì ci sono le montagne più belle! Guardandole senti l’inutilità dell’uomo e la supremazia della natura, sembra ci sia Qualcuno lassù, oltre la vetta che ti osserva… e le nostre piccole meschinità assumono un colore sbiadito, come rarefatti diventano i ricordi e le vicissitudini quotidiane.Poi tanto tutto ritornerà come prima, forse…

Ma non è giorno da sentire malevolo questo, oggi non ascolterò i vari tg, non leggerò i giornali poi  le giacche della Merkel sinceramente mi fanno vomitare. Tutte uguali, squadrate, regolari come la sua Grande Testa e noi piccini e svogliati non la capiremo mai, come non capiremo come ci si sia potuti arrivare a questo punto senza ritorno.

Oggi lo dedico a me stessa  e dopo Ivano Fossati mi ascolto Secret Story di Pat Metheny. Mi sono sempre piaciute le storie segrete, quell’aurea di mistero che le avvolgono, lo spazio alle interpretazioni e la fantasia che le compongono…. tutto questo c’è nell’album di Pat, troppo bello.

Intando il cielo non se la sente ancora di piangere, se ne sta lì, tra color che son sospesi. Sembra il refrain della mia vita.Inutile cominciare con sommesse e autolesioniste accuse altrimenti non se ne esce più. Interventismo coatto! Questo sarà il mio motto da domani, no, anzi da oggi. Subito.

Le paure hanno sempre connotato la mia vita come la prudenza. Ma non si può vivere una vita a metà perchè qualcosa o qualcuno in qualche momento ti ha ferito. Ora mi sono rotta. Non mi asterrò più. Ho deciso, sia quel che sia. Domani se mai mi decidessi di guardare alle spalle non voglio trovarci solo macerie, voglio vedere me stesssa. Con tutti i miei casini, le mie incertezze ma pure con le cose belle che ho costruito e le passioni che mi coinvolgono. Voglio essere tutta me stessa, non solamente una parte, nascosta perlopiù. Quell’altra c’è stata anche troppo con me, ora è arrivato il tempo Mio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Absolute beginner, Donne, Futuro, Gnanca Omo (gna' omo), Ricordi, Uomini. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Sabato

  1. keypaxx ha detto:

    È importante essere sempre se stessi. Anche perchè è l’unico modo in cui, corpo e psiche, possono rispondere in maniera armoniosa ai nostri reali bisogni. Si può scendere a dei compromessi, a volte, a causa di forze maggiori e legami affettivi. Ma a lungo andare, la strada da percorrere, torna ad essere una sola.
    Un sorriso per la giornata.
    ^___^

  2. ivana ha detto:

    Ciao, devo dire che mi ritrovo in diversi punti di ciò che hai riportato in questo post ,soprattutto nell’ultima parte . E’ importante essere come veramente siamo e non come ci vogliono gli altri, può essere dura a volte ma la vita è una … Anche a me piace la maremma , ne ho una gran nostalgia soprattutto in questo periodo . Un saluto

  3. gold price ha detto:

    Sono un ragazzo di 26 anni e non ho amici, non è che non ho veri amici, io non ho proprio nessuno, tanto meno la ragazza. Ho sempre avuto un carattere un po’ timido e solitario e questo sommato al fatto che gli “amici” che ho avuto in passato si sono rivelati tutto tranne che amici, eccomi in questa situazione ormai da anni. A essere sincero il fatto di essere solo non mi pesa più di tanto, forse perché ormai ci ho fatto l’abitudine e per il carattere che ho, ma in certe occasioni mi sento il più sfigato del mondo. Non esco la sera perché da solo non mi va di uscire e poi non saprei né dove andare né cosa fare, stesso discorso per vacanze estive, capodanno ecc.. Questa situazione mi pesa non tanto per il fatto che non mi “diverto” come i miei coetanei, ma perché mi sento diverso dagli altri e spesso quando mi chiedono qualcosa sulla mia vita privata racconto piccole bugie che mi pesano perché mi vergogno a dire di essere in questo stato. Sempre per questo motivo quando mi capita di conoscere qualcuno/a mi blocco e non riesco avere confidenza con le persone dando magari l’impressione che mi stiano antipatiche. Mi piacerebbe trovare una ragazza e ogni tanto mi capita qualche occasione, che però non riesco a sfruttare un po’ per timidezza ma soprattutto per il fatto che credo che se conoscesse la mia situazione personale non vorrebbe uscire con me… Non so come uscirne da questa situazione e non so neanche io SE voglio uscirne, magari qualcuno adesso mi dirà: esci, vai in palestra, divertiti ecc… ma non è così facile (chi ha provato penso possa capire).

  4. Occhio all'occhio ha detto:

    Ho salvato Sabato | Nel mio cielo al crepuscolo tra i segnalibri!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...